Nuovo Parco "Le Grazie"

Il nuovo parco si sviluppa in corrispondenza dell’ampia area compresa tra Viale Trento e Via Turati per una superficie complessiva di circa 32000 mq, andando ad ampliare verso ovest l’ambito del Parco Le Grazie esistente, ovvero l’area recintata lungo Viale Trento e la parte libera che delimita il Centro Geriatrico fino a scendere verso il Quartiere Italia.

Con questo intervento e con quanto realizzato per la riqualificazione della parte est ed in particolare il collegamento ciclo pedonale tra i due ambiti esistenti, si da vita ad una opportunità di percorrenza interna al sistema parchi senza soluzione di continuità tra S.Valentino e Via delle Grazie, con un percorso ciclo pedonale di circa 1,4 Km percorribile tutto all’interno delle aree verdi. I lavori del nuovo parco, svolti nel corso dell’anno 2008, hanno avuto un costo complessivo di circa 650.000 euro ed hanno riguardato sia la parte propriamente edile con le varie bonifiche dei terreni, la realizzazione delle zone pavimentate, nonché la fornitura del verde e del parco giochi.

Il progetto ha assunto, quale principio di riferimento, quello della creazione di un ambiente sicuro e accogliente capace di definire, all’interno della città, una zona ricca di opportunità per lo svago, lo sport, le varie attività all’aperto, lo svolgimento di iniziative e manifestazioni, rivolto a tutte le fasce di età. Il disegno complessivo, concepito secondo un’idea ludica e con la presenza di molti colori nelle finiture, elementi di arredo e pubblica illuminazione, è composto di varie parti tra loro integrate: la pista ciclo pedonale; la “balconata” e scalinata di accesso, la collinetta artificiale, le 3 ellissi dei giochi, la “foglia” con il pergolato; le aree verdi.

 

• La pista ciclo pedonale, che collega il parco esistente lungo Viale Trento a Via Turati in corrispondenza della Basilica di S.Valentino, è stata realizzata con pendenze comprese entro il 5%, tali da assicurare la piena accessibilità dell’area attrezzata e la comoda fruibilità. Il percorso, dotato di pubblica illuminazione ed evidenziato cromaticamente, è stato concepito come passeggiata nel verde, oltre che collegamento alternativo rispetto ai marciapiedi di Viale Trento-Via Turati.

 

• La “balconata” e scalinata di accesso al parco è costituita dall’allargamento del preesistente marciapiede lungo Viale Trento, a formare l’affaccio verso l’area attrezzata ed il collegamento diretto all’ingresso principale della stessa, attraverso una scala che scende in corrispondenza del margine ovest di questo spazio. Quest’ambito, caratterizzato dal bordo curvilineo verso il verde, dalla pavimentazione in pietra e colorata, dalla presenza delle panchine, intende costituire un “invito” al parco, offrendo uno spazio fruibile a quota stradale.

 

• La collinetta artificiale ha la finalità sia di delimitare gli ambiti dell’area a attrezzata, separando lo spazio giochi rispetto alla retrostante radura verde, sia quella di ospitare il gioco della telfunica, costituito dai due scenografici supporti a forcella, tra i quali è tesa la carrucola con seggiolino, destinata allo scorrimento e ritorno in gravità lungo la distanza dei 30 ml. La collinetta assume per sua natura anche la funzione di spazio stimolante per giochi spontanei all’aperto e luogo di seduta informale.

 

L’area giochi è pensata secondo un disegno che riproduce l’intersezione di 3 ellissi, ognuna delle quali destinata ad un gruppo di giochi riferito a fasce determinate di età. Lungo il lato prospiciente la collinetta la zona ludica è delimitata da un percorso pavimentato, anche in questo caso con alternanza di zone in pietra, mattone e trattate cromaticamente, dove trovano posto una serie di sedute che consentono ai genitori l’agevole controllo visivo dei bambini. Nella prima area, recintata da una staccionata bassa colrata, sono presenti altalene e sedute a “funghetto”, nella seconda sono presenti due “torri” attrezzate con scivoli, palestra, percorsi ludici integrati, nella terza è stato ricreato uno spazio per i più piccoli dove è presente un “piroscafo”, un “trenino”, un “villaggio”, alcune “tartarughe”, una serie di pannelli ludici interattivi e sensoriali. Tra le ultime due aree è presente una piattaforma in legno creata per invogliare la sosta ed il gioco. Ad arricchire l’immagine colorata e festosa dell’area giochi sono state inserite due fontanelle a forma di fiore ed un serie di pali sormontati da girandole.

 

La “foglia” con il pergolato, posta in adiacenza all’ambito dei giochi e con esso in parte comunicante, è la piazza del parco, il luogo di ritrovo, di conversazione, dove sarà anche possibile usufruire di piccole consumazioni nell’ambito di un chiosco bar di cui è prevista la realizzazione. La “foglia” riproduce, a partire dall’ingresso, la forma di una foglia allungata con lo stelo occupato da una fontana che ripropone la memoria delle canalette irrigue e di cui intende ridare l’effetto acustico. Il disegno di una serie di fioriere-seduta si sovrappone secondo un taglio geometrico alla foglia, definendo una serie di spicchi trattati con pavimentazione in pietra e cromatica, secondo la logica già proposta nelle altre parti. Sui lati della foglia è stato realizzato un pergolato in legno destinato a creare, con il verde delle rampicanti un effetto accogliente ed ombreggiato.

 

• Le aree verdi occupano la porzione maggiore del parco, offrendo ampie zone per il relax, lo sport, il passeggio, il gioco, internamente ed esternamente alla zona recintata. Le alberature, in parte di nuova piantumazione ed in parte costituite dalle essenze preesistenti, vanno a caratterizzare i vari ambiti con finalità estetiche e di ombreggiatura, in particolare l’area giochi, dove sono stati inseriti una serie di platani. La zona verde oltre l’area giochi è stata piantumata con una serie di pioppi cipressini, con la finalità di costituire un boschetto geometrico integrato ai pioppi preesistenti, che proseguono fino alla radura retrostante la collinetta artificiale, caratterizzandone l’aspetto con esemplari di dimensioni significative.

 

A completamento del pergolato sono state inserite una serie di rampicanti costituite da leonicere caprifolio e wisteria sinesis alba, con la finalità di creare una significativa presenza di verde e ombreggiature nell’ambito della piazza attrezzata. Lungo la parte della recinzione corrispondente al lato della pista ciclo pedonale, con il proposito di estenderne nel tempo la piantumazione a tutto il perimetro, sono state inserite piante di gelsomino e leonicere caprifolio. Lungo il percorso ciclo pedonale sono state inserite alberature di prunus pissardi ed aceri platanoides.

 

In nuovo parco Le Grazie si caratterizza per essere il primo parco urbano di Terni dotato di connessione internet senza fili, ovvero della possibilità per i fruitori di accedere ad internet con i propri computer portatili stando comodamente seduti sulle panchine o in qualunque altro punto dell’area recintata e di parte di quella esterna. Questa condizione è resa possibile dall’antenna posta sul palo in prossimità di Viale Trento, che riceve il segnale dal ripetitore posto sulla copertura dell’Ospedale e lo ridistribuisce verso il parco, rendendo attivo il collegamento wirless. Internet nel parco apre nuove opportunità per giovani, adulti ed anziani, portando all’aria aperta attività svolte di norma in spazi chiusi, quali il “navigare”, la ricerca di informazioni, lo studio, la socializzazione in rete. L’accesso al servizio avverrà previa apposita registrazione presso il sito ufficiale del Comune di Terni.